SILVANUS: avviato il nuovo progetto europeo Green Deal per la gestione degli incendi, la resilienza delle foreste e i cambiamenti climatici

15 December 2021

Finanziato dal programma EU Horizon 2020 Green Deal e coordinato dall’Università Telematica Pegaso, il progetto SILVANUS include 49 partner provenienti da Unione Europea, Brasile, Indonesia e Australia, con un budget di 23 milioni di euro per un periodo di 42 mesi.

Il progetto SILVANUS riunisce un grande consorzio di esperti interdisciplinari provenienti da quattro continenti e si pone l’obiettivo di combattere la minaccia degli incendi boschivi e di migliorare la resilienza delle foreste contro i cambiamenti climatici.

Il risultato chiave del progetto è il rilascio di una piattaforma di gestione forestale resiliente al clima, per prevenire e sopprimere gli incendi boschivi. SILVANUS si affida a esperti di scienze ambientali, tecniche e sociali per sostenere le autorità regionali e nazionali responsabili della gestione degli incendi nei rispettivi paesi. Gli scienziati e gli ingegneri di ricerca di SILVANUS aiuteranno le autorità di protezione civile a monitorare in modo efficiente le risorse forestali, a valutare la biodiversità, a generare indicatori di rischio incendio più accurati e a promuovere le norme di sicurezza tra la popolazione locale colpita dagli incendi attraverso campagne di sensibilizzazione.

Cosa rende SILVANUS innovativo?

Nell’era della crisi climatica, in cui gli incendi boschivi stanno diventando più pericolosi e più frequenti, SILVANUS mira a offrire una nuova soluzione tecnologica per migliorare la preparazione e la prevenzione degli incendi. Questo sarà raggiunto attraverso l’integrazione di un framework di elaborazione di big-data in grado di analizzare varie fonti di dati come modelli climatici, dati meteorologici e strumenti di osservazione della terra, portando allo sviluppo di modelli intelligenti di accensione degli incendi. Questi modelli saranno inoltre integrati con l’uso di sensori ambientali in situ, CCTV e soluzioni di imaging multispettrale per sviluppare un toolkit avanzato di rilevamento e risposta. SILVANUS introdurrà anche tecnologie di sensori che utilizzano infrastrutture di comunicazione wireless ingegnose attraverso il coordinamento di veicoli aerei senza equipaggio e robot di terra automatizzati per coordinare la risposta tra i primi soccorritori.

L’aspetto importante del progetto è quello di considerare la competenza e l’esperienza dei vigili del fuoco e dei residenti locali che devono affrontare ogni anno i pericoli di devastanti incendi fuori controllo. SILVANUS lancerà un ampio programma di coinvolgimento degli stakeholder nelle regioni forestali per valutare gli indicatori di rischio di incendio, per sviluppare una metodologia di formazione per i vigili del fuoco, per l’utilizzo di kit di formazione VR e AR e per simulare ambienti reali e scenari salvavita. Le campagne di sensibilizzazione includeranno l’implementazione di un’applicazione mobile per il coinvolgimento dei cittadini, insieme a notifiche automatiche sulle pratiche di sicurezza.

Implementazione pilota e impatti a lungo termine

Le innovazioni del progetto SILVANUS saranno sistematicamente implementate e dimostrate in otto regioni degli Stati membri dell’UE (Francia, Italia, Slovacchia, Grecia, Repubblica Ceca, Portogallo, Croazia e Romania). Ulteriori dimostrazioni saranno effettuate anche in Indonesia, Brasile e Australia.

Per assicurare che i risultati di SILVANUS abbiano un impatto a lungo termine, il progetto includerà raccomandazioni politiche sulla governance delle foreste, raccomandazioni sulla strategia di riabilitazione del suolo e servizi di roadmap di ripristino delle risorse naturali.

Per la durata delle sue attività e oltre, SILVANUS si concentrerà su tutte e tre le componenti della soppressione degli incendi: prevenzione e preparazione, rilevamento e risposta, ripristino e adattamento.

Il progetto SILVANUS prenderà il via con un incontro che si terrà in modalità ibrida a distanza e in presenza a Napoli, in Italia, il 13 e 14 dicembre 2021. Restate sintonizzati per ulteriori aggiornamenti sull’andamento del progetto.

Ulteriori informazioni su: https://cordis.europa.eu/project/id/101037247

Partner

Università Telematica Pegaso, Zanasi&Partners, INTRASOFT International SA, Thales, Fincons Spa, Atos IT Solutions and Services Iberia SL, Dell Technologies, Software Imagination & Vision SRL, CNET Centre for New Energy Technologies SA, AdP Valor – Serviços Ambientais, S.A., Terraprima – Serviços Ambientais Sociedade Unipessoal LDA, 3MON, s.r.o., Catalink Limited, Synthesis Center for Research and Education Limited, Expert.AI SpA, ITTI Sp. z o.o., Venaka Treleaf GbR, Massive Dynamic Sweden AB, Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, EXUS Software Monoprosopi Etairia Periorismenis Evthinis, RiniGARD d.o.o., Micro Digital d.o.o, Politechnika Warszawska (Università di Tecnologia di Varsavia), Högskolan I Borås (Università di Borås), Geoponiko Panepistimio Athinon (Università Agricola di Atene), Centro di Ricerca e Tecnologia Hellas (CERTH) – Istituto di Tecnologie dell’Informazione, Panepistimio Thessalias (Università della Tessaglia), Associação do Instituto Superior Técnico Para a Investigação e Desenvolvimento (IST-ID), Veleučilište Velika Gorica (Università di Scienze Applicate Velika Gorica), Ústav Informatiky Slovenska Akademia VIED (Istituto di Informatica – Accademia Slovacca delle Scienze), Pompiers de l’urgence Internationale (PUI France), The Main School of Fire Service Poland, Agenzia regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio, LETS Italia SRLS, Parco Naturale Regionale di Tepilora, Fundația Pentru SMURD (Fondazione SMURD), Asociația Forestierilor din România (Associazione Forestale Romana – ASFOR), Kentro Meleton Asfaleias (Centro Studi sulla Sicurezza – KEMEA), Elliniki Omada Diasosis Somateio (Hellenic Rescue Team – HRT), Aristotelio Panepistimio Thessalonikis (Aristotle University of Thessaloniki), Ospedale Israelitico (Ospedale Ebraico Roma), Regione di Sterea Ellada (Grecia Centrale), Hasicsky zachranny sbor Moravskoslezskeho kraje (Vigili del fuoco della Regione Moravia-Slesia), Hrvatska vatrogasna zajednica (Comunità antincendio croata), Technická Univerzita vo Zvolene (Università tecnica di Zvolen), Občianske Združenie Plameň Badín (Plamen), Yayasan AMIKOM Yogyakarta (Università di AMIKOM Yogyakarta), Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation, Universidade Federal do Rio de Janeiro (Università federale di Rio de Janeiro)

This site is registered on wpml.org as a development site.