Intelligenza artificiale e industria 4.0: expert.ai sfida il linguaggio giuridico per offrire nuovi servizi ai cittadini

24 August 2021

Al via il progetto SCUDO –Semantic Clauses Understanding and Detection: una piattaforma di intelligenza artificiale a servizio di imprese e cittadini per implementare su larga scala la comprensione automatica del linguaggio giuridico

Sviluppare una piattaforma di intelligenza artificiale per la legal analytics, ottimizzando l’efficienza operativa aziendale e tutelando i consumatori. È questo l’obiettivo del progetto SCUDO (Semantic Clauses Unerstanding platfOrm) di expert.ai, in collaborazione con la facoltà di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università degli Studi di Siena, e supportato da Wide Group, SpA che si colloca oggi tra i primi cinque broker in Italia per volume d’affari, e dall’ Italian Insurtech Association (IIA), che si inserisce nelle iniziative promosse dal digital innovation hub della Regione Toscana a sostegno dell’Industria 4.0.

L’intelligenza artificiale è alla base dell’innovazione e dell’Industria 4.0 che mira a ottimizzare i processi aziendali, incluse le attività che si basano sull’utilizzo di ingenti quantità di dati. Se si considera che oltre l’80% di questi dati è in forma testuale, la capacità di comprenderne ed elaborarne il significato in automatico diventa una potenzialità imprescindibile per semplificare e favorire la trasformazione digitale. L’implementazione della piattaforma SCUDO per la legal analytics si inserisce in questo scenario con l’obiettivo di abilitare la comprensione profonda del linguaggio legale, analizzando e categorizzando le clausole legali in modo accurato, veloce e facilmente scalabile. Un’iniziativa che punta a rendere più efficienti i processi organizzativi, semplificando la vita di cittadini e consumatori alle prese con contratti, consensi informati sull’utilizzo di prodotti e servizi spesso di difficile comprensione.

“I contratti sono ricchi di tecnicismi, scritti in burocratese e legalese che spesso riducono l’intellegibilità e la piena comprensione anche per gli addetti ai lavori e per noi tutti come consumatori”, ha dichiarato Pamela Negosanti, Head of Sales and Sector Strategy, FSI di expert.ai. “Siamo perciò entusiasti di mettere la tecnologia di natural language di expert.ai al servizio della legal analytics per ottenere impatti significativi a livello non solo industriale ma sociale”.

“Innovazione, esperienza e competenze trasversali interconnessi a robotica e tecnologia – ha affermato Gerardo Di Francesco, Managing Partner di Wide Group – ci hanno permesso di intraprendere un percorso di crescita continuo. Siamo orgogliosi di partecipare al progetto Scudo per un miglioramento continuo del servizio rivolto a clienti sempre più attenti e digitalizzati e completamente dedicato alla loro tutela”.

Il nuovo cliente digitale ha nuovi bisogni, tra i quali la velocità e limmediatezza. Progetti come Scudo – ha dichiarato Simone Ranucci Brandimarte, Presidente di Italian Insurtech Associationvanno esattamente incontro a queste nuove esigenze, rendendo da un lato il cliente più soddisfatto e dallaltro aumentando le possibilità delle società che saranno in grado di chiudere più contratti e più velocemente. Tutto questo è possibile solo grazie ad un balzo in avanti tecnologico e ad uno sguardo diverso che permette di applicare strumenti avanzati come lintelligenza artificiale a problematiche quotidiane”.

 

Wide Group SpA

Wide Group è uno dei primi cinque broker indipendenti per volume di affari in Italia e l’unica tangibile società Insurtech Broker Aggregator attiva su tutto il territorio nazionale.
Grazie a un’expertise di scala globale vanta competenze in molteplici settori ed è in grado di fornire prodotti assicurativi esclusivi che consentono ai suoi broker di emergere per varietà e per qualità dell’offerta e ai clienti di ricevere la migliore tutela disponibile sul mercato.
È caratterizzata da un team di professionisti, il cui impegno quotidiano è assicurare il più alto livello di protezione a tutti coloro che vogliono superare i propri limiti e osare per ottenere da se stessi e dalle proprie attività sempre il massimo, e da una solida infrastruttura tecnologica che le ha permesso di integrare Tecnologia e Persona, combinando tradizione e innovazione.
“Crediamo che le nostre conoscenze debbano essere messe al servizio delle persone e del lavoro. Ci impegniamo in una continua ricerca del progresso tecnologico. Lavoriamo ricercando la semplicità nella complessità e sviluppando sistemi in continua evoluzione, volti all’eccellenza nel servizio. Tutto questo fa di noi il futuro del brokeraggio assicurativo: un’onda di passione e di innovazione. #JoinTheWave”

Per maggiori informazioni: https://www.widegroup.eu/

 

Italian Insurtech Association

L’IIA è un’entità senza scopo di lucro costituita da tutte le componenti della filiera del mercato assicurativo (compagnie e broker; banche e intermediari finanziari; società specializzate in tecnologie abilitanti e marketing digitale assicurativo). L’Associazione ha l’obiettivo di accelerare l’innovazione dell’industria assicurativa attraverso formazione tecnica, condivisione di best practice tecnologiche, generazione di sinergie tra gli associati e confronto con le istituzioni nazionali e internazionali. La missione associativa è perseguita attraverso programmi di formazione per ampliare e aggiornare le competenze tecnico-operative e professionali; confronti tra gli operatori su temi di gestione e sviluppo; costruzione di un data base di contenuti tecnologici e accademici insurtech a uso esclusivo dei soci; confronto con l’autorità di vigilanza sull’attività assicurativa e con le istituzioni di riferimento per l’innovazione e l’Agenda Digitale Italiana (ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione).

Italian Insurtech Association – IIA

E-mail: [email protected]
Web: www.insurtechitaly.com